Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA)



Lo struttura organizzativa predispone tutta la documentazione tecnico-progettuale ai fini del rilascio della dovuta autorizzazione.
L'Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA) - principi generali (art.3)

• Quali sono i principi generali di cui deve tener conto?
• Che cosa deve contenere?
• Quali sono le autorizzazioni comprese nell'autorizzazione integrata ambientale?

Quali sono i principi generali di cui deve tener conto?
L'Autorità competente nel determinare le condizioni per il rilascio dell'A.I.A. tiene conto dei seguenti principi generali:

• devono essere prese le opportune misure di prevenzione dell’inquinamento, applicando in particolare le migliori tecniche disponibili;
• non si devono verificare fenomeni di inquinamento significativi;
• deve essere evitata la produzione di rifiuti; in caso contrario i rifiuti devono essere recuperati o, se ciò non è economicamente o tecnicamente possibile, devono essere eliminati evitandone e riducendone l’impatto sull’ambiente;
• l’energia deve essere utilizzata in modo efficace;
• devono essere prese le misure necessarie per prevenire gli incidenti e limitarne le conseguenze;
• deve essere evitato qualsiasi rischio di inquinamento al momento della cessazione definitiva dell’attività e il sito stesso ripristinato ai sensi della normativa vigente in materia di bonifiche e ripristino ambientale

Che cosa deve contenere?
Deve includere tutte le misure necessarie a conseguire un livello di protezione elevato dell’ambiente mediante l’utilizzo delle migliori tecniche disponibili, senza però l’obbligo di adoperare una tecnica o tecnologia specifica, tenendo conto delle caratteristiche dell’impianto in questione, della sua ubicazione geografica e delle condizioni locali dell’ambiente. In particolare deve contenere:

• i valori limite fissati per le sostanze inquinanti (Allegato III) che possono essere emesse dall’impianto in quantità significativa in base alla loro natura e potenzialità di trasferimento da un elemento ambientale all’altro (acqua, aria, suolo) nonché i valori limite di emissione sonora ai sensi della vigente normativa in materia di inquinamento acustico. I valori limite di emissione fissati nelle autorizzazione integrate non possono essere meno rigorosi di quelli fissati dalla normativa vigente nel territorio in cui è ubicato l'impianto. In alcune circostanze possono essere integrati o sostituiti con parametri o misure tecniche equivalenti;
• gli opportuni requisiti di controllo che specificano la metodologia e la frequenza di misurazione, nonché la relativa procedura di valutazione. I dati raccolti devono essere comunicati all’autorità competente per la verifica della conformità dell’attività alle condizioni di autorizzazione;
• le misure relative alle condizioni diverse da quelle normali di esercizio, in particolare le fasi di avvio e di arresto dell’impianto, per le emissioni fuggitive, per i malfunzionamenti e per l’arresto definitivo dell’impianto.
• le prescrizioni ai fini della sicurezza e della prevenzione dei rischi di incidente rilevante trasmesse all'Autorità competente dal Comitato Tecnico Regionale Quali sono le autorizzazioni comprese nell'autorizzazione integrata ambientale?

L'AIA comprende:

• Autorizzazione alle emissioni in atmosfera, fermo restando i profili concernenti aspetti sanitari (D. Lgs. 152/2006)
• Autorizzazione allo scarico ((D. Lgs. 152/2006))
• Autorizzazione alla realizzazione o modifica di impianti di smaltimento o recupero dei rifiuti ((D. Lgs. 152/2006))
• Autorizzazione all'esercizio delle operazioni di smaltimento o recupero dei rifiuti ((D. Lgs. 152/2006))
• Autorizzazione allo smaltimento degli apparecchi contenenti PCB-PCT (D. Lgs. 22 maggio 1999, n. 209, art. 7)
• Autorizzazione alla raccolta ed eliminazione oli usati (D. Lgs. 27 gennaio 1992, n. 95, art. 5)
• Autorizzazione all'utilizzo dei fanghi derivanti dal processo di depurazione in agricoltura (D.Lgs. 1992, n.99, art. 9)
Dimensione ambiente preventivo online








Con l'invio si accetta il trattamento dei dati secondo le norme sulla privacy.